11 ott 2021

 

Classifica libri di narrativa più venduti al 11 ottobre 2021

Ritorna Viola Ardone con il nuovo romanzo "Olivia Denaro" ed è subito il libro più venduto della settimana. 

ardone - nevo



In questa classifica di ottobre poche sono le novità appena entrate e solo italiane. Viola Ardone dopo il successo de  Il treno dei bambini  ritorna con una nuova storia ispirata a un avvenimento reale, ambientata sempre nel sud Italia.  Altra novità quella di Roberto Emanuelli che da una crisi di coppia giunge in una raffigurazione delle varie forme dell'amore. Piergiorgio Pulixi vincitore del premio Scerbanenco 2019, premio letterario italiano per il genere giallo dedicato al noto scrittore milanese, debutta nel Giallo Mondadori con un noir sulle maschere a cui ricorriamo per preservare le emozioni che ci fanno sentire vivi, anche quando potrebbero esserci fatali. 

Per quanto riguarda la narrativa straniera tiene sempre banco Valérie Perrin con Cambiare l'acqua ai fiori, in classifica dal 2019. Rientra in lista Tre piani di Eshkol Nevo uscito nel 2017 ma rilanciato dal film di Nanni Moretti, così come torna il libro di Kawaguchi Finché il caffè è caldo che dal 2020 è sempre tra i primi trenta libri più venduti, nonostante l'autore abbia pubblicato una sorta di sequel nel 2021, ma a quanto pare i lettori sembrano preferire il primo libro.  


Le novità in classifica

 

oliva denaro


OLIVA DENARO

Viola Ardone

Einaudi

Dopo il successo de Il treno dei bambini, Viola Ardone torna con un'intensa storia di formazione. Quella di una ragazza che vuole essere libera in un'epoca in cui nascere donna è una condanna. 

È il 1960, Oliva Denaro ha quindici anni, abita in un paesino della Sicilia e fin da piccola sa – glielo ripete ossessivamente la madre – che «la femmina è una brocca, chi la rompe se la piglia». Le piace studiare e imparare parole difficili, correre «a scattafiato», copiare di nascosto su un quaderno i volti delle stelle del cinema (anche se i film non può andare a vederli, perché «fanno venire i grilli per la testa»), cercare le lumache con il padre, tirare pietre con la fionda a chi schernisce il suo amico Saro. Non le piace invece l’idea di avere «il marchese», perché da quel momento in poi queste cose non potrà piú farle, e dovrà difendersi dai maschi per arrivare intatta al matrimonio. Quando il tacito sistema di oppressione femminile in cui vive la costringe ad accettare un abuso, Oliva si ribella e oppone il proprio diritto di scelta, pagando il prezzo di quel no. 

"La femmina è una brocca: chi la rompe se la piglia, così dice mia madre. Io ero piú felice se nascevo maschio come Cosimino, ma quando mi fecero nessuno si curò del mio parere. Dentro la pancia noi due stavamo insieme ed eravamo uguali, però poi siamo venuti diversi: io con la camicina rosa e lui celeste, io con la bambola di pezza e lui con la spada di legno, io con la vestina a fiori e lui con le braghette a righe. A nove anni lui aveva imparato a fischiare, con e senza le dita, mentre io sapevo farmi la coda, sia bassa che alta. Adesso che ne abbiamo quasi quindici, lui è diventato dieci centimetri piú alto di me e può fare molte cose piú di me: camminare per il paese con il sole e con il buio, mettere i pantaloni corti e, nei giorni di festa, anche lunghi, parlare con le femmine e con i maschi di tutte le età, bere un bicchiere di vino alla domenica con l'acqua dentro, dire parolacce, sputare e, quando è stagione, correre fino alla spiaggia e farsi il bagno di mare con i calzoncini. " (da Oliva Denaro) 





emanuelli stelle


VOLEVO DIRTI DELLE STELLE

Roberto Emanuelli

Sperling & Kupfer

Claudia e Matteo erano belli. Quando si sono conosciuti erano studenti universitari. Matteo aveva diciannove anni, era alto, gentile, con gli occhi blu e la faccia da bravo ragazzo. Claudia, di origini spagnole, aveva i capelli ricci, la pelle ambrata e una passione incontenibile per le parole. Insieme inseguivano la stessa rivoluzione: mettere l'amore al centro della propria vita. Ora, a vent'anni di distanza, Claudia si chiede se sia stato tutto vero, o solo un'illusione.






pulixi colpa


PER MIA COLPA

Piergiorgio Pulixi

Mondadori

A volte l'unico modo per voltare pagina è andare via. È quello che si rassegna a fare la vicecommissaria Giulia Riva, decisa a chiudere una storia clandestina con un superiore che le procura soltanto dolore. Ha appena chiesto il trasferimento, che al commissariato di Cagliari si presenta Elisa, nove anni e una richiesta che raggela: ritrovare la mamma scomparsa. Giulia non può tirarsi indietro, anche se Virginia Piras era una moglie e una madre serena, e dunque per sparire così probabilmente è stata uccisa. Ma da chi? E perché?



La classifica



Nota:
I link evidenziati in blu vi rimandano alle schede precedenti.
La T vale per edizione tascabile.
New per nuova entrata. 



Narrativa italiana


1OLIVA DENARO (new)V. ArdoneEinaudi
2BOLLE DI SAPONE M. MalvaldiSellerio
3L' INVERNO DEI LEONIS. AuciNord
4L'ACQUA DEL LAGO...                                G. CaminitoBompiani
5VOLEVO DIRTI DELLE STELLE (new)                        R. Emanuelli    Sperling
6I LEONI DI SICILIA                  S. AuciNord
7   DUE VITE                        E. TreviNeri Pozza
8PER MIA COLPA (new)P. PulixiMondadori
9DI CHI È LA COLPAA. PipernoMondadori
10IL MARE DEI FUOCHI                  M. ButicchiLonganesi





Narrativa straniera

1CAMBIARE L'ACQUA AI FIORI     V. PerrinE/O
2TRE PIANIE. NevoNeri Pozza 
3LA CANZONE DI ACHILLE TM. MillerMarsilio
4TRE      V. PerrinE/O
5CIRCE  T M. MillerMarsilio
6UN FUOCO CHE BRUCIA LENTOP. HawkinsPiemme
7IL QUADERNO DELL'AMORE..          V. Perrin   Nord 
8IL VISITATORE NOTTURNO             J. DeaverRizzoli
9FINCHÈ IL CAFFÈ È CALDO             T. Kawaguchi Garzanti
10GELOSIAJ. NesboEinaudi



 


La classifica dei libri più venduti presentata in questo sito viene elaborata dal Servizio Classifiche del circuito Arianna. Il panel di riferimento è di oltre 1650 librerie aderenti, diffuse su tutto il territorio nazionale. Settimana dal 27 settembre al 3 ottobre. 









Scopri altri libri da leggere


Nessun commento :

Posta un commento