17 set 2015

 

15 Libri da leggere per amanti degli animali


Libri sugli animali da non perdere classici e contemporanei

Se vi piacciono i gatti, cani, anatre, cavalli, tigri o altri animali, qui troverete sicuramente un libro da leggere che fa per voi. Animali che talvolta narrano in prima persona la loro vita, o che vivono con gli umani, in genere sono domestici come cani e gatti, dove l'unico altro animale intelligente, l'uomo, viene messo da parte o visto in un altra luce. Anche se queste storie sembrano essere rivolte ai bambini più che agli adulti, i loro racconti sensibili e affascinanti, talvolta commoventi, ci appassionano pagina dopo pagina. 




 
Anna Sewell

Ogni amante degli animali che si rispetti dovrebbe avere letto  Black Beauty. È stato uno dei primi libri scritto direttamente dal punto di vista di un animale: un cavallo. Straziante e allegro, dimostra che gli animali, proprio come le persone, meritano di essere felici e di essere amati.
Anna Sewell  (1820 - 1878) ebbe un incidente a dodici anni che la costrinse a portare le stampelle per tutta la vita. Per muoversi nei lunghi tratti si affidava a carrozze e cavalli. Da questo nacque il suo amore per i cavalli trasferendo la sua esperienza di vita in questo suo unico romanzo.















IL RICHIAMO DELLA FORESTA

Jack London


Il richiamo della foresta è un libro impressionante su Buck un San Bernardo dall'aria dignitosa. Il viaggio che il cane vivrà attraverso questo libro è di disagio e difficoltà, ma London sa come descrivere la sua natura in modo così realistico e naturale, tanto che sembra di stare con lui sulle montagne innevate dell'Alaska con a fianco Buck che tira la slitta. London ha anche uno stile impeccabile nel descrivere paesaggi inospitali.
Nel libro pubblicato da Einaudi si trova anche Zanna Bianca















 
George Orwell


"Tutti gli animali sono uguali, ma alcuni animali sono più uguali degli altri".
Contorto e rivoluzionario, la favola politica di Orwell resta avvincente e pertinente dopo oltre mezzo secolo dalla sua prima pubblicazione. 










IL GABBIANO JONATHAN LIVINGSTON
 
Richard Bach

Chi non vorrebbe librarsi nel cielo come il protagonista de  Il gabbiano Jonathan Livingston  
Jonathan potrebbe essere solo un semplice gabbiano, ma la sua idea, il suo desiderio di perfezione sul volo in modo diverso rispetto al resto dei gabbiani ha molto da insegnarci sullo stesso potere di ambizione.
"Più d'ogni altra cosa al mondo, a Jonathan Livingston piaceva librarsi nel cielo. Ma a sue spese scoprì che, a pensarla in quel modo, non è facile poi trovare amici, fra gli altri uccelli"





Prendendo consigli dal fratello preveggente Quintilio, Moscardo guiderà un gruppo di conigli in un'avventura per trovare una nuova casa. Lungo la strada si faranno amici e nemici, insieme ad alcune situazioni piuttosto insidiose. Questi non sono i tipici conigli timidi e ombrosi. Con le loro forze dovranno affrontare pericoli gravosi anche a costo della loro vita per difendere la propria libertà cercando di evitare le trappole che gli umani gli tenderanno.
La collina dei conigli è un classico romanzo d'avventura dove i protagonisti sono gli impavidi animali. Il libro nacque dai racconti che l'autore narrava alle sue figlie durante i lunghi viaggi in macchina.















James Herriot

Nei libri di  James Herriot  si trovano giorno per giorno i drammi e le gioie di un veterinario e del suo lavoro dedicato con amore e divertimento, una lettura di sicuro utile e istruttiva.
Qui Herriot ci racconta i primi due anni della sua professione nello Yorkshire, veterinario alle prime armi alle prese con animali piccoli e grandi, qualche volta abbastanza scontrosi.













Yann Martel

Questo libro ha diversi animali: una zebra, un orango, una iena e una stupenda tigre del Bengala che si ritroveranno insieme - oltre al protagonista umano Pi - in una scialuppa dopo un naufragio. 
Pi lotterà per sopravvivere in mezzo all'oceano mentre gli altri animali si sbraneranno fra loro, solo la tigre rimarrà, confrontandosi con l'uomo e costruendo un rapporto speciale fra i misteri della condizione umana con un certo misticismo tra le pagine, tutto fino alla sorprendente conclusione lasciando scegliere al lettore.









Christopher Boone ha quindici anni e soffre della sindrome di Asperger, una forma di autismo. Il suo rapporto con il mondo è problematico: odia essere toccato, detesta il giallo e il marrone, si arrabbia se i mobili di casa vengono spostati.
Quando il cane del suo vicino viene misteriosamente assassinato, il giovane Christopher si propone di trovare il colpevole. Certo lui interagisce meglio con gli animali ed i numeri che con le persone, ma questa "eccentricità" rende la sua indagine ancora più intrigante. Una lettura stimolante.











John Grogan

Leggendo questo libro è come stare insieme a questa famiglia, e Marley non si dimentica facilmente. Questo è un racconto autobiografico del giornalista John Grogan sui 13 anni passati insieme alla sua famiglia con il loro Labrador giallo Marley. E ' un viaggio pieno di entusiasmo, gioia e tristezza, che vi garantisco lascerà a bocca aperta se non con qualche occhio umido, in seguito troverete che la vita sarà molto più bella e significativa. 
"Che cosa non poteva piacere in essi ? I Labrador erano animali straordinariamente divertenti, perlomeno nelle mani di un cartoonist. E a chi non sarebbe piaciuto un po' più di divertimento nella vita?"

Da questo libro nel 2008 vi è stato tratto un simpatico film con Jennifer Aniston e Owen Wilson.













Si tratta della vita di un uomo e il suo cane, narrato dal punto di vista del cane chiamato Enzo, che adora guardare in tv le corse di Formula uno probabilmente è il tipo di cane che tutti noi vorremmo possedere : saggio, grintoso, genuino, amorevole, gentile, comico. Enzo fa una critica delicata delle debolezze umane e ci incanta con la sua narrazione, toccando i lati più dolci di noi stessi.
"Sono vecchio. Potrei senz’altro invecchiare ancora di più, ma non è così che voglio andarmene. Imbottito di analgesici e steroidi per ridurre il gonfiore alle articolazioni. Con la vista annebbiata dalla cataratta e grossi pacchi di plastica pieni di pannoloni per cani ammucchiati nella dispensa".

 









Dewey è un gatto abbandonato che viene trovato da un bibliotecario in una gelida mattina. Questo gatto diventerà un'icona della biblioteca. La storia di Dewey è toccante e divertente su come questo gatto conquisti anche il più recalcitrante dei patroni. I lettori rideranno delle sue pagliacciate, ameranno la sua eccentricità, e qualche commozione si avrà su un eventuale scomparsa.
"Ma che importanza potrà mai avere un animale? Quante vite umane può influenzare un gatto? Com’è possibile che un micino abbandonato trasformi una piccola biblioteca in un luogo di incontro, in una meta turistica, nel collante di un’intera regione e infine diventi famoso in tutto il mondo? Dewey lo farà, la sua pacatezza scalderà le vite di tutti quanti."











Wesley il gufo 
di Stacey O'Brien

Un San Valentino del 1985, la biologa Stacey O'Brien adottò  Wesley,  un piccolo cucciolo di gufo trovato in un granaio con un'ala ferita che non sarebbe potuto sopravvivere in natura. Nel corso degli anni la O'Brien studiò le strane abitudini di Wesley, sia con il cuore tenero che con l'occhio di uno scienziato fornendogli una dieta solo di topi, la quale richiese l'acquisto di roditori alla rinfusa - circa 28.000 nel corso della vita del gufo -.
Questo libro è la prova sincera di quanto possiamo imparare dagli animali con cui condividiamo questo mondo.


Questo delizioso romanzo ha avuto un suo seguito con Il viaggio di Buddy affrontando il tema controverso che se gli animali hanno un anima allora possono reincarnarsi. Bailey è un cane saggio e divertente che ha vissuto molte vite e ora come labrador nero è alla ricerca del suo padrone speciale il piccolo Ethan "Quando delle persone venivano a trovarmi non correvo da loro, nemmeno quando c’erano dei bambini: non volevo altri bambini. Ethan era l’unico che mi sarebbe mai interessato."
I due si separeranno ma un giorno Bailey lo ritroverà anziano dopo molte vite canine. Dal punto di vista del cane questo libro può essere straziante e nello stesso tempo allegro.

Dalla parte di Bailey è stato anche un film intitolato "Qua la zampa" diretto da Lasse Hallstrom.







Vedi anche il libro  Porca vacca  di David Duchovny, il popolare attore di X-Files alla sua prima opera di narrativa con le memorie tragicomiche di una mucca speciale.











Questo non è un romanzo ma un libro controverso, di denuncia, su come vengono maltrattati gli animali prima di essere portati al macello e finire nelle nostre tavole.
Jonathan Safran Foer  ci fa scoprire che cosa significa non solo per l'animale la morte, ma anche lo spreco del cibo, in un indagine durata quasi tre anni che ha portato l'autore del romanzo Ogni cosa è illuminata, lontano negli allevamenti intensivi americani, in genere di pollame, bovini, ma anche ittici. Cercando di aiutarci a fare scelte migliori su ciò che mangiamo, se non smetterli di mangiare completamente e diventare vegetariani.
"Se calate nella pentola fumante un aragosta essa cercherà di agganciarsi con le chele all'orlo della pentola, come una persona che cerca di non cadere dal bordo. L'aragosta non si sta solo dibattendo per l'agonia: lotta per la sua vita ancor prima di toccare l'acqua calda".





I cani di alcuni scrittori famosi 


          Charles Dickens e i suoi cani  
Il noto scrittore inglese e i suoi cani reali e immaginari ritratti nelle sue opere.


          I cani della mia vita  
Memorie della scrittrice Elizabeth von Arnim, autrice di Un incantevole aprile.











VIAGGI CON CHARLEY

John Steinbeck

Negli anni '60 lo scrittore americano John Steinbeck portò con se con il suo barboncino Charlie intraprendendo un viaggio avventuroso attraverso gli Stati Uniti, viaggiando con una casa mobile battezzata Ronzinante.










Si dice che Re Salomone aveva il potere di comunicare con gli animali con una sorta di anello. L'etologo Konrad Lorenz ha tentato scientificamente, in un certo senso, di fare diventare questa leggenda una realtà, cercando una forma di comunicazione con le specie diverse di animali che gironzolavano intorno alla sua abitazione osservandone il loro comportamento. Descrivendo i metodi puntigliosi della sua indagine, e le sue risultanze circa la psicologia animale, Konrad sottolinea una certa correlazione fra alcuni comportamenti animali con quelli umani ma principalmente perché questo libro - come scrive - è stato scaturito dal suo grande amore per gli animali.

Konrad Lorenz per il suo lavoro sulle oche venne ispirato dal romanzo di Selma Lagerlöf
Il meraviglioso viaggio di Nils Holgersson, ora in edizione integrale, storia di un ragazzo che viene trasformato in nano e che viaggerà per la Svezia in groppa di una splendida mamma oca, incontrando tante avventure nel suo cammino
.








  • GLI ANIMALI E IL CINEMA
I film che hanno avuto come protagonisti alcuni animali.

Da sempre gli animali fanno parte dell'immaginario cinematografico. Dai cani divi storici come Rin Tin Tin e Lassie fino alla nuova ondata di protagonisti a quattro zampe che caratterizzano la produzione contemporanea, dal Balthazar di Bresson allo squalo di Spielberg, gli animali non cessano di fornire materia per storie di tutti i tipi.

Il libro riccamente illustrato Bestiale! analizza la varietà del loro contributo alla storia del cinema con riflessioni sullo status di animale star, sul "recitare da cani", sugli amici e sui nemici dell'uomo, sugli animali simbolici, su creature a metà strada tra uomo e animale, su eros (storie d'amore di uomini - e donne - con animali) e su thanatos (l'abuso di animali sui set), e su film che cercano di assumere il punto di vista dell'animale. Perché, se noi non abbiamo mai smesso di farlo nei loro confronti, talvolta ci dimentichiamo che anche loro ci osservano. Parafrasando De Sica: gli animali ci guardano



Bestiale! Animal film stars. Ediz. illustrata

a cura di Davide Ferrario, Donata Pesenti Compagnoni
144 pagine
Ed. Silvana, 2018


Per approfondire   8 film con animali star del cinema






altri libri sugli animali consigliati
T.H. White 

Sempre l'amore per gli animali ha alimentato l'idea di T.H.White scrittore inglese solitario di cui il libro più noto è La spada nella roccia (1938).
Negli anni '30 rimase affascinato da un trattato secentesco di falconeria e ordinò dalla Germania un astore, il più coriaceo fra i rapaci, per dedicarsi, ignaro, al suo addestramento. Ne verrà fuori un intenso libro autobiografico  L'astore  (Adelphi) che racconta giorno per giorno il suo non facile rapporto con il rapace. «Quando lo vidi per la prima volta, era una cosa rotonda che assomigliava a un cestino per i panni sporchi coperto da una tela da sacco ».










IO E MABEL

Helen MacDonald appassionata di falconeria fin da piccola, dopo la morte del padre, caduta in depressione, ripercorre le orme del citato T.H. White, addestrando sempre un astore, oggi una specie rara, e cercando di recuperare la sua vita, nel libro  Io e Mabel  (Einaudi)












ALFIE UN GATTO PER AMICO

Rachel Wells

Alfie è rimasto senza casa, abbandonato dopo la morte del suo proprietario anziano. Ma quando inciampa a  Edgar Road, egli sa di aver trovato la sua nuova casa. Tuttavia, i residenti della strada non sono d'accordo, l'ultima cosa di cui hanno bisogno è un altro gatto randagio, e lui viene cacciato da molte porte. Aggirandosi con passo felpato nel suo quartiere un giorno vede arrivare i Clover, e Alfie vede subito che sono una famiglia davvero strana: il papà dipinge la frutta a colori vivaci, la mamma è sempre indaffarata, Viola è un prodigio della musica, e il piccolo Stanley? Stanley è l'esploratore di casa. In cerca di avventure, finisce sempre nei guai e i genitori non perdono occasione per dargli una bella strigliata. Ma Alfie vede che qualcosa non quadra. Non è giusto che tutti se la prendano sempre con quel piccolo avventuriero.









25 grammi di felicità
Massimo Vacchetta, Antonella Tomaselli
(Sperling & Kupfer)

Il cucciolo ha pochi giorni, è tutto rosa, e ha sul dorso una corona di aculei bianchi e morbidi, un po’ scomposti. Pesa solo 25 grammi e pigola piano: ha fame, freddo, e forse si sente solo. È così che Ninna il riccetto spettinato stravolge la vita di Massimo, veterinario specializzato in bovini. Ninna è curiosa annusandosi intorno nel suo nuovo rifugio; è giocherellona, e si diverte a rovesciare con il naso la ciotola dell’acqua; è affettuosa e lo lecca pazza di gioia dopo una lunga assenza. Però è anche un animale selvatico e reclama la sua libertà: la gabbia le va sempre più stretta e la sua felicità è fuori nei boschi. L'autore ha aperto il Centro di Recupero Ricci «La Ninna», sezione staccata del CRAS di Bernezzo ed è presidente dell’Associazione «La Casa dei ricci», che ha lo scopo di tutelare il riccio e la natura.
"Quando si svegliava spesso si stiracchiava e sbadigliava. Era buffissimo. Tendeva in avanti le zampe anteriori e nello stesso tempo spalancava la bocca, e si vedeva quel piccolo lembo di linguina, sottile come un petalo di rosa, che si srotolava. Era così tenero da commuovermi".

25 grammi di felicità, il libro 





















Un viaggio a quattro zampe 
film tratto da un romanzo di Bruce Cameron









Fa le puzze? La guida definitiva alla flatulenza animale (Vallardi) 

Un libro nato da una domanda rivolta al fratello della zoologa inglese Dani Rabaiotti che curiosamente voleva sapere se i serpenti scoreggiano. 
Finito sui social ha ricevuto la risposta affermativa di uno scienziato. Da quel momento, centinaia di animalisti e zoologi hanno cominciato a porre domande e offrire risposte online sulla flatulenza animale. 
Sull'onda di questo fenomeno, e dalla determinazione e passione due scienziati anglosassoni Nick Caruso e Dani Rabaiotti hanno approfondito l'argomento, e se molti conoscono le flatulenze di cani e gatti, molto misteriose sono quelle di millepiedi o balene.
















Scopri altri libri da leggere


9 commenti :

  1. Di questa lista ahimé ne ho letti solo un paio, quello di Bach e quello di London (a proposito.. ma Zanna Bianca?). In realtà ho letto anche quello di Haddon, ma sto facendo di tutto per dimenticarmene...
    Aggiungerei alla tua lista solo "La gabbianella e il gatto"...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si è vero, ci sarebbero stati anche Zanna Bianca e la gabbianella. Quello che mi ha colpito di più è stato il libro di Foer una analisi cruda di quello che finisce nelle nostre tavole.

      Elimina
  2. Ho amato "Il richiamo della foresta" di Jack London, soprattutto da ragazzino. Più di recente, ho apprezzato "L'astore" di White. Aggiungerei alla tua lista "Nata libera" di Joy Adamson.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il richiamo della foresta è un classico indimenticabile, di Nata libera mi ricordo la serie tv che era appassionante, fra l'altro, una storia vera, il libro è raro quasi introvabile.

      Elimina
  3. Buonasera, in sintonia con questa bella raccolta di capolavori vorrei segnalare il mio libro "I Fantasmi di Guimaraes", un raccolta di 15 storie realmente accadute nella mia professione di veterinario dove ho cercato di narrare la passione per gli animali attraverso esperienze emozionanti. Il libro è presente su Amazon ed è ordinabile in qualsiasi libreria. Grazie ! Luca Ansaldo

    RispondiElimina
  4. Inserirei, sicuramente, Il gatto che andò a Parigi (è di un regista ma non ricordo il nome, ed è fuori commercio) e Truciolo, di Sandor Marai

    RispondiElimina
  5. Comunque grazie, mi è stata molto utile, cercavo libri su mucche e fattoria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @unknown. Il gatto che andò a Parigi di Peter Gethers. Grazie a te per i suggerimenti

      Elimina