18 mar 2019

 

Elevation. Stephen King e l’uomo senza peso

L'ultimo libro di Stephen King appare come una fiaba leggera che si eleva sopra l'odio e le convenzioni

Stephen King con Elevation si allontana dalla sua narrativa horror, raccontandoci quasi una favola su un uomo che si imbatte in una misteriosa malattia, questa gli fa perdere peso giorno dopo giorno, ma contro le leggi della fisica il suo corpo fisico rimane sempre lo stesso.






Non ci sono terrori o maniaci terribili in questo romanzo breve o racconto lungo di Stephen King, ma solo un uomo che vive nella discutibile cittadina di Castle Rock, solo con il suo gatto Bill, divorziato dalla moglie, che ha come occupazione la progettazione di siti web.

Scott Carey si accorge di perdere peso sentendosi improvvisamente leggero, confermando la sua convinzione quando si pesa con la sua bilancia di precisione « Mi sono sempre tenuto alla larga dalla bilancia perché negli ultimi dieci anni non ero entusiasta delle notizie che mi dava. E ora, tutte le mattine, la prima cosa che faccio è salirci sopra.» dice confidandosi con il suo vecchio medico. Attenzione però, perdere peso non significa perdere la massa.

Scott è un quarantenne di un metro e novanta, atletico e robusto con un poco di pancetta, che pesava più di cento chili "sembrava più un boscaiolo che un web designer", preoccupato si trova dal suo medico in pensione che pare incredulo nel vedere che pesa 20 kg in meno. 
Il bello e che anche vestito e con dei pesi addosso il suo peso rimane sempre lo stesso. Il medico non sa che pesci prendere, gli consiglia di farsi delle analisi ma Scott non vuole diventare una cavia. D'altra parte senza questo peso egli si sente più agile e diverso dal solito. 

Dato che tutti i giorni il suo peso diminuisce, fa alcuni calcoli, segnando nel suo calendario la data fatidica, poco più di un anno, quando infine non avrà più consistenza e sarà libero di elevarsi in cielo, in pratica la sua morte.

Castle Rock è quella cittadina immaginaria del Maine maledetta da fenomeni inspiegabili come camion killer, clown con scherzi mortali e tanto altro, questa volta i problemi di peso di Scott sono l'unico mistero tra queste pagine, a cui egli non è interessato a trovare una spiegazione o una cura. Non vuole trattamenti ospedalieri o essere messo sotto osservazione da medici e istituzioni governativi. Cosciente della sua "malattia", come un malato terminale, egli vuole "svanire" con dignità  lasciando qualcosa di buono.

Infatti la cittadina è disgustata dalla presenza di una coppia lesbica sposata. Queste donne hanno aperto un ristorante messicano vegetariano, fra l'altro sono vicine di casa di Scott. Si sono appena trasferite e non riescono a frenare i loro cani che seminano bisogni fisiologici nel giardino di Scott il quale appare dapprima abbastanza infastidito. 

Quando Scott chiederà educatamente alle donne di riprendere i loro cani, viene bruscamente mandato al diavolo ma non perde la pazienza. Con molta cortesia e civiltà chiede alle donne solo di essere delle buone vicine, cosa che irrita una delle due, pensando sia il solito rompiballe sapendo la loro situazione familiare.

L'uomo però le difenderà pubblicamente quando in un locale un bulletto omofobico parla male delle due donne, ritrovandosi in una sorta di conflitto che ha diviso la città. 

Persino i ragazzini, nei giorni di Halloween, sono esortati dai genitori a non bussare alla porta delle "lesbeche" a chiedere i dolcetti ««La mamma ci ha detto di non suonare a quella casa, perché le signore che ci abitano sono cattive.»
«Sono lesbeche», rincarò la dose il ragazzino. «L’ha detto papà.»

Castle Rock è una città solidamente repubblicana, si accenna anche all’amministrazione Trump,  gli abitanti sono disposti a tollerare le lesbiche, ma non lesbiche sposate, questo farà si che il ristorante appena aperto non riceva abbastanza clientela mettendo in crisi finanziaria le due donne.

In città si deve correre l'annuale Corsa del Tacchino (nel frattempo Scott è arrivato a pesare 64 kg e molti ignari del suo reale stato lo sbeffeggeranno sulla sua pancia prominente) l'orgogliosa Deirdre, una delle due donne lesbiche, si presenta per vincere, essendo stata anche una ex atleta olimpionica, nessuno di Castle Rock ha mai vinto, questa è una buona occasione anche per Scott che farà un patto con lei per vincere la gara. 

Scott sente di poter fare qualcosa di buono nella sua condizione, prima di andarsene definitivamente e la Corsa sarà il pretesto per gli abitanti di Castle Rock di sistemare le cose. 

Più avanti le due donne verranno a conoscenza della malattia di Scott e cercheranno di aiutarlo insieme al vecchio medico, almeno psicologicamente, dato che non esiste alcuna cura.
Uno dei punti di forza di King è la facilità con cui disegna una comunità o un gruppo di amici, e qui i personaggi principali alla fine formano un piccolo gruppo affettivo che fa quadrato, in una cittadina che può ferire attraverso piccole crudeltà 

"L'angelico" Stephen King ha scritto un libro sottile, dolce, quasi commovente nel finale, su un uomo comune che si trova in una condizione straordinaria, elevandosi sopra l'odio e le incomprensioni, imparando a vivere quel poco che gli resta con tatto e dignità.

Curiosità: King lascia una dedica a Richard Matheson e per certi versi, oltre allo stesso nome del protagonista, si ispira al suo romanzo Tre millimetri al giorno (1956) dove un uomo colpito da una nube radioattiva diventerà sempre più piccolo fino a scomparire.





Il libro

Titolo: ELEVATION
Autore: Stephen King
Editore: Sperling & Kupfer
Anno: 2019
Pagine: 194















Scopri altri libri da leggere


Nessun commento :

Posta un commento