05 ago 2015

 

La luce sugli oceani di M.L. Stedman

Dopo la prima guerra mondiale, su una remota isola al largo delle coste australiane, il guardiano del faro Tom Sherbourne e sua moglie Isabel fanno una scelta di vita che verrà alterata da una neonata trovata fra gli scogli dopo un naufragio. Le ripercussioni di questa decisione formano il sensazionale romanzo di debutto di M.L. Stedman  La luce sugli oceani .

Cape Leeuwin
Capo Leeuwin la punta più a sud-ovest dell'Australia probabile ispirazione per Janus Rock



Tom Sherbourne è un soldato decorato reduce dalla prima guerra mondiale, serve come guardiano del faro su una remota isola al largo della costa sud-occidentale dell'Australia chiamata Janus Rock. Nella terraferma a Point Partageuse la piccola comunità che sostiene il faro e le famiglie sono in lutto per i loro figli morti in guerra, nonostante questo cercheranno di continuare la loro esistenza. 

Tom incontrerà Isabel Graysmark nella cittadina e dopo pochi mesi di corrispondenza fra gli uni agli altri la sposerà e la porterà a vivere nell'isolotto col faro. Questo faro per Tom è come un balsamo che cerca di lenire le ferite psicologiche ancora vive della guerra. La sua meticolosità lo porta a tenere un diario giornaliero - obbligatorio per chi fa questo mestiere - annotando ogni minima variazione, avvenimento o osservazione del mare intorno e del funzionamento del faro stesso, cercando di distrarsi dai continui fantasmi del suo passato. 


Prima che Isabel decida di andare a vivere con lui egli vive nella sua solitudine: "...per Tom il silenzio è libertà. Resta in ascolto del vento. Osserva i piccoli dettagli della vita sull’isola.  Di tanto in tanto, come trasportato dalla brezza, il ricordo del bacio di Isabel torna alla superficie. Il tocco della sua pelle, la dolcezza di tutta la sua persona. "   
La presenza di Isabel è resa gradevole dall'isolamento in questo isolotto aspro e senza alberi, collegato solo dal battello dei rifornimenti quattro volte all’anno, ma sarà un effetto di breve durata, perché nella volontà di avere dei figli non gli sopravviveranno, e seppellirà nella disperazione i suoi bimbi nati morti intorno alla fattoria. 

Ma un giorno una barca fa naufragio in questo spuntone di roccia, Tom si accorge che l'uomo che la guidava è morto, accanto, una voce si leva fra il rumore delle onde che s' infrangono negli scogli: è una neonata. Miracolosamente nel suo dolore, Isabel vedrà questo arrivo come una benedizione, un segno del destino.
"Rimasero tutti e tre immobili per un lungo momento, come in un quadro della natività, finché la bambina cominciò a dimenarsi e tirò fuori i piccoli pugni dalla coperta

Ma per Tom che avrebbe dovuto denunciare il ritrovamento e il cadavere del povero sconosciuto, diventerà una sorta di negligenza al suo dovere.

Mrs_Lewis_and_her_daughter_elizabeth_A.T. Lawrence 1899

Per amore di Isabel, che sembra rinata alla vista della bambina, quel giorno lascerà la pagina in bianco nel suo diario. Se da una parte l'arrivo della bimba porterà gioia alla famigliola, dall'altra aprirà delle profonde ferite morali e un certo rimorso, perché se c'era un padre con la piccola, da qualche parte una madre la cercherà.
«Dobbiamo dare il benvenuto a Lucy e dire una preghiera per il suo povero papà.»  «Se era davvero suo padre», rispose Tom. «Perché Lucy?»  «Be’, ha bisogno di un nome. Lucy significa “luce”, perciò è perfetto, non ti pare?»  «Izzy mia.» Sorrise e le accarezzò i capelli con dolce serietà. «Stai attenta, tesoro. Non voglio vederti soffrire...» 


Accanto ai principali personaggi, tuttavia, il faro ha una sua rilevanza "la luce sugli oceani", dove la piccola crescerà, così vivido e presente in  quasi ogni scena.
"All’esterno, la torre era circondata da un ballatoio di metallo chiamato «galleria» e una pericolosa scala a pioli si arcuava contro la cupola fino alla stretta passerella appena sotto il segnavento che sventolava.  «È davvero una bellezza», commentò Tom guardando le enormi lenti, molto più alte di lui, sopra un piedistallo rotante: un palazzo di prismi simile a un alveare di cristallo. Era il vero cuore di Janus, fatto di luce, trasparenza e silenzio".
In un finale commovente, degno di un romanzo di Nicholas Sparks, una lettera custodita per anni in un baule, insieme a dei fazzoletti finemente ricamati, le scarpine di lana fatte ai ferri, la cuffietta di raso, riassumeranno i sentimenti reali che Isabel avrebbe voluto esprimere alla piccola Lucy.


La storia anche se all'inizio può apparire lenta per dare una caratterizzazione dei personaggi, poi si riprende e riesce a toccare le corde sensibili della moralità, contro il conflitto interiore dei personaggi su una questione importante e delicata come il futuro di un bambino.

La luce sugli oceani  pone quesiti le quali risposte potrebbero differire da ognuno sul bene e il male, la moralità, l'onore e la lealtà, su cosa può essere giusto o sbagliato.  Chi è la vera madre di Lucy? La donna che l’ha partorita o quella che l’ha salvata e allevata? È giusto ferire un’altra persona per proteggere qualcuno che ami?






  • La luce sugli oceani : Il film 

The Light Between Oceans-film

La Dreamworks ha acquistato i diritti per la realizzazione del film tratto dal libro  interpretato da Alicia Vikander (Isabel), Michael Fassbender (Tom) Rachel Weisz (Hannah) per la regia di Derek Cianfrance.
Un melodramma molto fedele al libro approvato dalla scrittrice stessa ha detto la Stedman : “Sono così fortunata che, attraverso la Heyday Films e DreamWorks, questo progetto abbia trovato la sua strada nelle mani del meraviglioso Derek Cianfrance. Ha sapientemente e amorevolmente portato il mondo del libro in vita, in un nuovo mezzo di comunicazione, completo di un cast brillante, musica e fotografia. Il risultato è un film squisitamente bello ed emotivamente autentico che rimane fedele allo spirito del mio romanzo, ma incarna anche l'interpretazione profondamente personale del regista e dei suoi attori. È stato un grande privilegio guardarlo nascere”.
I luoghi del film sono stati scelti fra la Tasmania e la Nuova Zelanda, l'isola con il faro si trova a Cape Campbell.







  • Il libro 




M.L. Stedman
Garzanti 2012
370 pagine






Scopri altri libri da leggere


Nessun commento :

Posta un commento

  

 

L’estate raccontata da quattro scrittori

da Truman Capote a Hermann Hesse

 

Vai all’articolo