02 mar 2015

 

10 Romanzi di formazione da leggere

Da Goethe a Donna Tartt 10 personaggi nel loro cammino formativo

Il romanzo di formazione appartiene al genere letterario di testi che fanno riferimento all'evoluzione psicologica e morale del protagonista, in genere dall' adolescenza all'età adulta, durante lo svolgimento della storia. Questo ci permette anche di ascoltare le emozioni e i sentimenti del personaggio, le decisioni che intraprenderà e le difficoltà che dovrà affrontare. E’ molto probabile che in questo tipo di romanzi l’autore stesso ci racconti parte della propria vita non senza un velo di malinconia.





Fu W. Goethe che elaborò uno dei primi romanzi del genere “Bildungsroman” con Gli anni di apprendistato di Wilhelm Meister nel 1796 storia di un giovane benestante amante del teatro che si inoltra in un viaggio reale e spirituale attraverso l'Europa ascoltando la propria vocazione. L’autore fra l’altro rivolgendosi al lettore come avvertenza dei pericoli a cui va incontro il personaggio, fa comprendere poi la caduta, la derisione, il degrado e il tormento di Wilhelm che preso dalla disperazione del suo sogno inespresso, si lascia travolgere dal bere una bevanda: "Il caffè che fino allora non aveva conosciuto, entrò furtivamente in lui quale medicamento: bevanda prediletta, fu assunta al principio una volta al giorno, poi due volte, e presto divenne indispensabile. Questo veleno del corpo e della borsa, funesto e di uso assai comune, aveva su di lui un effetto molto pericoloso".








Flaubert invece ci proporrà L'educazione sentimentale del giovane provinciale Frédéric Moreau che si innamora della moglie di un editore non senza ostacoli; sperimenterà l'amicizia eterna, la stupidità umana, il rigore artistico, e la politica rivoluzionaria. Conoscerà altre donne ma nessuna si potrà paragonare a Marie Arnoux " Eppure gli sembrava chiaro che qualcuna avrebbe dovuto amarlo. A volte si svegliava col cuore pieno di speranza, si vestiva con cura come per un appuntamento e finiva per andare in giro senza meta per Parigi. Appena una donna camminava davanti a lui o gli veniva incontro, si diceva: «Eccola!». E ogni volta era una nuova delusione. Il pensiero della signora Arnoux rafforzava i suoi desideri. Forse l’avrebbe incontrata sulla sua strada; e, per abbordarla, s’immaginava complicazioni casuali e pericoli straordinari da cui l’avrebbe salvata"









David Copperfield  di Charles Dickens è il classico inglese dei romanzi di formazione. Il giovane David ci racconterà la sua vita e le sue avventure fin dalla nascita con tutti i suoi variegati incontri, e gli strani personaggi così come anche in altri suoi romanzi.








Sempre restando in Inghilterra abbiamo Middlemarch di George Eliot ambientato nella omonima città fittizia con un grande cast di personaggi e le sue narrazioni ad incastro evidenziando una serie di temi di fondo, tra cui la condizione della donna, la natura del matrimonio, l'idealismo, la religione, l'ipocrisia, la riforma politica, e l'istruzione. Attraverso le voci e le opinioni dei diversi personaggi li seguiremo nel corso degli anni fra grandi riforme, la costruzione della ferrovia, la morte di re Giorgio IV e aspetti della loro vita quotidiana. Virginia Woolf a proposito di Middlemarch disse " un libro magnifico, nonostante le sue imperfezioni, ma uno dei pochi romanzi inglesi scritti per le persone adulte”






Moret sur Loing Corot 1822







Henry James con Che cosa sapeva Maisie racconta la storia sensibile della figlia di genitori incoscienti che assiste impotente alla distruzione del matrimonio degli stessi. Dopo il doloroso divorzio, fra molteplici litigi e rappacificazioni, Maisie viene trascinata in una corrente discontinua di infelicità e improvvise gioie seguendo, senza ribellarsi, ogni situazione di amore e odio che unisce e divide i genitori,  indirizzandoli poi l’uno nelle braccia dell’altro. Il libro è anche una conquista tecnica magistrale di James, che segue la protagonista dalla prima infanzia fino alla maturità precoce.












Martin Eden di Jack London ricalca in parte la vita dello scrittore stesso, storia di un giovane proletario autodidatta che lotta per diventare uno scrittore  imponendosi nella società. Il tema centrale dello sviluppo della coscienza artistica di Eden colloca il romanzo nella tradizione del Künstlerroman dove in questo caso si intende un sottogenere del romanzo di formazione in cui si narra la formazione e lo sviluppo di un artista.









Così come Demian di Hermann Hesse dove il protagonista Emil lotta fra due mondi  quello dell’illusione e della verità spirituale confuso su ciò che la sua vita è, e sarà, cercando costantemente un sostenitore in tutto il romanzo. Egli ha bisogno di un consiglio da una figura più grande trovando come mentori personaggi come Pistorius, Demian, e Eva. 















Ragazzo negro di Richard Wright e Il buio oltre la siepe di Harper Lee ci narrano di ragazzi che vengono messi di fronte alle evidenze della vita, queste li aiuteranno a crescere fra malvagità e bene comune. Scrive Wright "Ogni evento parlava a me una lingua misteriosa. E i momenti della vita rivelarono a poco a poco il loro significato segreto."




Il cardellino C. Fabritius 1654





Donna Tartt ne Il cardellino  riprende certe atmosfere dickensiane portandole ai nostri tempi. Theo Dicker un ragazzo tredicenne racconta la storia della sua vita, la perdita della madre, un padre alcolizzato, l’adozione insofferente presso una famiglia benestante, tormentato, soprattutto, dal ricordo della  madre, e aggrappandosi a una oggetto che la ricorda, un piccolo quadro “Quando guardavo il dipinto sentivo la stessa convergenza di tutto in un singolo punto: un tremulo istante investito dal sole, che esisteva in quel momento e per sempre. Solo di rado mi soffermavo sulla catena alla caviglia del cardellino e pensavo a quanto fosse crudele la vita di quella creaturina il cui breve battito d’ali lo riportava sempre nello stesso identico punto, senza speranza.”. Questo lo porterà ad affrontare un futuro dove la vita sarà piena di ostacoli perché se disastri e avversità seguono la normale condizione così l'amore ha il privilegio di sfuggire ad ogni negazione.



  • I libri da leggere


Gli anni di apprendistato di Wilhelm  Meister di W. Goethe
L'educazione sentimentale di G. Flaubert
David Copperfield di C. Dickens
Middlemarch di George Eliot
Che cosa sapeva Maise di H. James
Martin Eden di J. London
Demian di H. Hesse
Ragazzo negro di R. Wright
Il buio oltre la siepe di Harper Lee
Il cardellino di Donna Tartt





Scopri altri libri da leggere


Nessun commento :

Posta un commento

  

 

L’estate raccontata da quattro scrittori

da Truman Capote a Hermann Hesse

 

Vai all’articolo