11 dic 2014

 

6 Racconti diventati film famosi

Spesso il cinema si impossessa di testi poco famosi di grandi autori rilanciandoli sul grande schermo. Non immaginiamo - vedendo un film - chi si cela dietro l'idea della storia di base, anche perché i racconti vengono rielaborati per svariate esigenze in modo tale da essere irriconoscibili talvolta. Ecco alcuni racconti poco noti da cui sono stati tratti film famosi. 





 Doppio sogno  - Arthur Schnitzler 
Stanley Kubrick per Eyes Wide Shut aveva opzionato fin dal 1960 i diritti per la novella di Arthur Schnitzler Doppio sogno. Secondo la figlia del regista Katharina:
Evidentemente pensava che fosse una materia vicina a chiunque abbia avuto un rapporto di qualunque principio. Non so quali fossero le sue intenzioni, so che voleva farlo da più di 30 anni, e quando ha trovato la storia ha deciso insieme a mia madre che non fosse abbastanza maturo o abbastanza saggio da affrontare una tale forte argomento.
Entrambe le storie catturano la spaccatura di un matrimonio, innescata da insicurezze, ossessioni, e gelosie sessuali. Il racconto di Schnitzler si svolge all'inizio del 20 ° secolo  in una Vienna decadente, ma anche la versione di Kubrick riesce a catturare una decadenza simile - in particolare nelle scene delle orgie mascherate che si verificano anche nel libro. 



Gustav Klimt, Goldfish




2001 Odissea nello spazio  - Arthur C. Clarke 


Affascinato dall'idea di una vita extraterrestre, Stanley Kubrick avvicinò l'autore di fantascienza Arthur C. Clarke per una collaborazione con il film. Nel 1948, Clarke partecipa a un concorso indetto dalla BBC, con il racconto “La sentinella”, che non vince ma rimarrà uno dei suoi racconti brevi più celebri, vent’anni dopo, fornirà lo spunto per il film a Stanley Kubrick.

Kubrick voleva fare un film che avrebbe dovuto "suscitare emozioni di meraviglia, stupore, e anche terrore. Clarke suggerì il suo racconto La sentinella come punto di partenza. Elementi di "Incontro all'alba" altro racconto di Clarke, verrà suggerito nel film durante la memorabile sequenza "l'alba dell'uomo". Così i due contemporaneamente svilupparono un romanzo, che si trasformò in sceneggiatura. Disse Clarke della collaborazione:
"Sono continuamente infastidito da riferimenti non affini a "The Sentinel", come la storia su cui 2001 si basa; rispetto al film è come una ghianda caduta da una  quercia adulta. Anche altri elementi che Stanley Kubrick ha inserito sono stati notevolmente modificati. Così come la scintillante, struttura piramidale incastonata nella roccia come un gigantesco, gioiello sfaccettato è diventato - dopo diverse modifiche - il famoso monolite nero. Anche la storia è stata spostata dal Mare Crisium per il più spettacolare di tutti i crateri lunari Tycho - facilmente visibili ad occhio nudo dalla Terra durante il plenilunio. Se poi avete capito del tutto '2001' abbiamo fallito. Volevamo solo alimentare di gran lunga più domande che risposte. "




La mosca - George Langelaan

Forse non tutti sanno che il film La mosca e i suoi sequel vennero tratti da un racconto di George Langelaan "The Fly" questo venne pubblicato in un'edizione di Playboy del 1957 (vincendo fra l'altro un Best Fiction Award dalla rivista) da allora è stato adattato più volte per il cinema. 
Uno scienziato scopre la possibilità di scomporre la materia e trasferirla nello spazio ricomponendola. La proverà anche su se stesso ma inavvertitamente una mosca entra dentro la capsula e l'esperimento si trasformerà in tragedia.
Anche se siamo affezionati al film del 1986 di David Cronenberg, interpretato da Jeff Goldblum, non possiamo dimenticare L' esperimento del Dr. K del 1958 con Vincent Price e il raccapricciante finale dove una flebile voce invoca aiuto scoprendo che la "mosca uomo" viene imprigionata senza scampo in una ragnatela.
Copie della  storia di Langelaan sembrano essere introvabili, ma alcuni estimatori lo hanno pubblicato online in inglese https://alancook.wordpress.com/tag/the-fly-by-george-langelaan/ 
La mosca è contenuto nella raccolta, insieme ad altre storie horror legate al cinema nel volume Al cinema con il mostro  di Peter Haining, fra cui anche Freaks di Tod Robbins. 








Il curioso caso di Benjamin Button  - F. Scott Fitzgerald
Non è stata semplice la realizzazione di questo film il produttore Ray Stark acquisì i diritti dell'insolito racconto di Fitzgerald negli anni '80, poi fu opzionato da Steven Spielberg ma lasciò il progetto per dirigere Jurassic Park, quindi il film passò alla Paramount nel 2000 che dopo altri rimaneggiamenti vide la luce nel 2008. 
Il NY Times scrisse: "lungo più di due ore e mezzo, fra rimpianti, desideri remoti e colmo di intrighi indaga enigmi filosofici e paradossi emotivi del protagonista in uno spirito che deve più a Jorge Luis Borges che a Fitzgerald".
Pubblicato nel 1922 Il curioso caso di Benjamin Button è una storia estranea alla tematica dell'autore, una storia fantastica di una regressione di un uomo nato vecchio e che  "matura" nel corso della sua vita. Fitzgerald la definiva "la storia più divertente mai scritta". Lo scrittore disse che si era ispirato a un'osservazione fatta da Mark Twain: "E 'un peccato che la parte migliore della vita arrivi all'inizio, e la parte peggiore alla fine".






La cosa - J.W.Campbell 
Da questo racconto del 1938 sono stati tratti almeno tre film.  La cosa è votato come uno dei migliori racconti di fantascienza, dove al pari del film, in una base artica, un gruppo di ricercatori trova affondata nel ghiaccio una navicella aliena vecchia di milioni di anni. Troveranno all'interno un alieno e lo porteranno alla base cercando di scongelarlo. Mai l'avessero fatto. Egli è un essere che può assumere la forma, i ricordi, e la personalità di ogni essere vivente che divora, pur mantenendo la sua massa corporea originale per un ulteriore riproduzione.
Dal film del 1951 in piena Guerra Fredda con riferimento al pericolo "rosso", nel finale una frase dice "ovunque voi siate scrutate il cielo" forse riferendosi al rischio di un invasione comunista. 
All' horror di Carpenter degli anni '80 dove non si conosce abbastanza chi ti è vicino, e poi un prequel nel 2011, la trama rimane quasi invariata fra l'orrido e l'ignoto intorno a noi.








Gli uccelli - Daphne du Maurier 

Alfred Hitchcock ne trasse un capolavoro nel 1963 sviluppando nuovi personaggi e una trama più elaborata, mantenendo però il titolo originale del racconto e il concetto degli attacchi inspiegabili degli uccelli. Nel 1961 già in realtà in una cittadina della California gli abitanti si svegliarono una mattina e trovarono migliaia di uccelli morti, la causa sembrò una sorta di avvelenamento da acidi.

Hitchcock da questa notizia insieme alla lettura del racconto della du Maurier ne ricavò una trama thriller che portò il film alle soglie dell' Oscar. 


The bird 1963


Nel racconto Gli uccelli  il protagonista scopre che questa pazzia è direttamente correlata all' ascesa e la caduta delle maree e la utilizza a suo vantaggio, a differenza del film che sembra seguire lo stesso modello, ma non fa mai un collegamento diretto. Anche la storia originale, che si svolge in Gran Bretagna, è incentrata su un uomo che cerca di proteggere la moglie e i due figli nel loro isolato casolare, in contrasto con il film che si concentra sulla grintosa protagonista Melanie che viaggia verso la costa della California per un capriccio . 


I libri 

 
Doppio sogno di Arthur Schnitzler, varie edizioni
2001 Odissea nello spazio di Arthur C. Clarke - Fanucci 
La mosca di George Langelaan, nella raccolta Al cinema con il mostro, Mondadori 1981
Il curioso caso di Benjamin Button di F.Scott Fitzgerald, varie edizioni
La cosa di John W. Campbell, edizioni Delos
Gli uccelli e altri racconti di Daphne Du Maurier, Il Saggiatore



Scopri altri libri da leggere


Nessun commento :

Posta un commento

  

 

L’estate raccontata da quattro scrittori

da Truman Capote a Hermann Hesse

 

Vai all’articolo