5 ott 2017

 

In viaggio con Dickens – Kate D.Wiggin. Il racconto di un incontro con un grande scrittore

La storia vera di uno speciale incontro avvenuto nel 1868 che cambiò la vita di una ragazzina fan del grande scrittore inglese 

Kate Douglas Wiggin nel 1868 aveva undici anni, era una ragazzina intelligente e curiosa cresciuta nelle campagne del Maine, aveva letto tutti i libri del suo scrittore più amato, perciò quando lesse che Charles Dickens si trovava a Portland per un tour americano di letture dai suoi libri, non si lascerà scappare l'occasione per incontrarlo di persona. I biglietti però saranno troppo cari, ma la giovane Kate avrà modo di incontrarlo sul treno cercando tutti i modi per farsi notare e parlare finalmente con il suo idolo.




Nel 1868 Charles Dickens era già un autore all'apice della sua carriera letteraria, compirà un ultimo viaggio in America con la sua salute cagionevole: morirà due anni dopo. Appena tre anni prima nel 1865 lo scrittore si trovò coinvolto in un  grave disastro ferroviario  dove persero la vita dieci persone e altri restarono feriti, e per poco non rischiò di morire.

Questo avvenimento traumatizzò lo scrittore per il resto della sua vita, nonostante in una postfazione a Il nostro comune amico scriverà che si prodigò a soccorrere alcuni feriti diventando così una sorta di eroe. Perciò quando era possibile cercava di evitare i viaggi in treno, tuttavia in quell'estenuante periodo americano dette 76 conferenze, anche Mark Twain andò a vederlo nel gennaio 1868. Il suo impresario era preoccupato per sua salute tanto che Dickens gli rispose:  "Nessun uomo ha il diritto di interrompere un impegno con il pubblico se è in grado di stare fuori dal letto".


La piccola Kate e l’incontro con Dickens

“È passato del tempo, ma posso ancora vedere con chiarezza le mensole in legno scuro di noce appese al muro nel salotto di famiglia. C’erano altre mensole di libri qua e là in casa, ma io ho letto e riletto in particolare i volumi in quella mensola anno dopo anno, ed era proprio una collezione bizzarra e variegata! Sulla mensola in cima c’erano Teverino di George Sand, Typee, Undine, le poesie di Longfellow e Byron, Le mille e una notte, Festus di Bailey, Il lampionaio, I capi scozzesi, Il libro degli Snob di Thackerey, Ivanhoe, e la vita di P.T. Barnum”

Il 30 marzo 1868 Kate Wiggin dopo averlo perso nelle audizioni a Portland, con immenso stupore lo incontrerà per caso nel treno destinato a Boston. Incredula con il naso appiattito contro i finestrini del vagone noterà eccitata il suo beniamino con le mani nelle tasche, sorridente e geniale, gli occhi brillanti, l'orologio a catena sul taschino e un garofano rosso nell'asola, pronto a salire sul treno.

La ragazza concitata non starà sulla pelle e mentre la madre sarà occupata a leggere, lei scivolerà via dal suo posto avvicinandosi al grande Dickens che chiacchierava tranquillamente con una persona. Penserà di mettersi un nastro azzurro intorno al cappello e sotto il colletto per essere più appariscente e attenderà che lo scrittore rimanga solo, poi si farà coraggio e parlerà con lui raccontando di non essere potuta andare alle sue letture e di una signora che non aveva mai sentito parlare di Betsy Trotwood (la prozia di David Copperfield) e che aveva letto solo due libri dello scrittore.

Charles Dickens  - J. Gurney & Son 1867
(nypldigitalcollection)

Kate davanti allo scrittore si vanterà invece di averli letti tutti acquistandoli a Boston, ma sarà anche critica considerandone alcuni molto noiosi che la costringevano a saltarne alcuni paragrafi. Dickens riderà divertito e vorrà saperne di più, prendendone nota in una interessante discussione dove lo scrittore finirà per abbracciare la ragazza. Kate scrive che nelle sue mani c'erano molti anelli, e chi criticava questo probabilmente non aveva mai sentito il calore delle sue mani. 

“Quale dei miei libri ti piace di più? ricordo che mi chiese Dickens, e io risposi, Oh, mi piace David Copperfield più di tutti. È quello che ho letto sei volte”. " Sei volte, bene, bene!" rispose  "Sono contento che ti piaccia Davy, anche a me mi piace!" Battendo le mani e attirando l'attenzione degli altri passeggeri…

Lei e sua sorella Nora amavano i romanzi di Dickens. Kate li aveva letti tutti tranne due, e chiamarono il loro gatto, il canarino, una mucca, un agnello e dei polli con i nomi dei personaggi  di Dickens. Anche la sua slitta aveva il nome 'Artful Dodger' da Oliver Twist.

Kate Douglas Wiggin

Fu così che la figlia di un avvocato con un infanzia infelice - la prematura morte del padre e la guerra civile attraversarono la sua prima giovinezza - costrinsero la madre e la sorella a spostarsi da Philadelphia a Portland nel Maine. L'incontro con Dickens lo descriverà in questo suo racconto uscito nel 1912.
Chi da giovane non ha mai pensato di incontrare per caso il suo scrittore preferito e criticare qualche sua opera a quattrocchi ? Pensate se incontraste Ken Follett o Camilleri sul treno da soli e discutere dei suoi libri, tanto per fare un esempio. 

"Non solo il mio idolo mi ha dato amicizie umane, mi ha fatto amare, ridere e piangere, ma aveva il suo genio nelle cose, così che, sia sveglia che assopita ogni mazzetto di agrifoglio o vischio, ogni budino di prugna sembrava vivo, ogni respiro di Tiny Tim,(Canto di Natale) ogni grillo e ogni bollitore che fischiavano avevano un'anima.

In viaggio con Dickens (Elliot) è un piccolo contributo curioso fra le varie biografie dedicate allo scrittore. Probabilmente questo avvenimento fece da catalizzatore indirizzando Kate verso l'attività letteraria, diventerà insegnante e pubblicherà numerose opere per ragazzi. Sposerà in seconde nozze nel 1895 George Christopher Riggs, un uomo d'affari di New York che sosterrà la sua vocazione letteraria. Oltre ad impegnarsi sulle scuole e programmi per l'infanzia, scriverà romanzi popolari per bambini e adulti, e con la sorella Nora Smith, opere scolastiche sull'educazione infantile.

"Dopo aver incontrato il grande Charles Dickens e condiviso quel viaggio per due ore, la mia vita non è stata mai più la stessa" scriverà nella sua biografia My Garden of Memory (pubblicata postuma nel 1923) 

Nella primavera del 1923 Kate Douglas Wiggin venne invitata in Inghilterra come delegata alla Dickens Fellowship. Dopo aver contratto una polmonite morirà il 24 agosto 1923, ad Harrow, in Inghilterra. Le sue ceneri riportate in patria, vennero sparse sul fiume Saco vicino Portland.  Nonostante non ebbe mai figli mise tutto il suo impegno nel rendere migliori le vite dei bambini con azioni concrete e progetti educativi.



Il libro 



Autore: Kate Douglas Wiggin
Titolo: IN VIAGGIO CON DICKENS 
Editore: Elliot
Pagine: 34





vedi anche l'articolo
Charles Dickens in America. Note americane












Argomenti: Libri Classici , Charles Dickens






Scopri altri libri da leggere


Nessun commento :

Posta un commento

CORRIERE DEL SUD

Il primo romanzo di Saint-Exupéry una storia d'amore e solitudine, una tragica relazione tra un pilota e una donna amata e perduta