22 set 2016

 

Novità Libri. La coppia perfetta, La ragazza di Brooklyn e altre novità

Vediamo qui una breve selezione delle ultime uscite di libri, romanzi novità in libreria al 5 settembre. Sette libri di vario genere dal thriller psicologico al dramma familiare e sociale, ambientati fra l'Irlanda, Stati Uniti, il Regno Unito, la Cina e la Francia.




La coppia perfetta è un intrigante, e avvincente thriller d'esordio di B.A Paris scrittrice inglese al suo primo romanzo. Con capitoli alternati fra passato e presente appartenente al genere dramma psicologico. Se pensate che il vostro partner sia un maniaco del controllo, aspettate di incontrare Jack!  Grace e Jack sembrano una coppia perfetta, ma non tutto è come sembra. Grace non ha avuto troppa fortuna con gli uomini.
Ha una sorella più piccola Millie che ha la sindrome di Down, e la maggior parte degli uomini fanno marcia indietro una volta scoperto che Grace bada alla sorella. Lei però non ha intenzione di cambiare la situazione. Poi incontrerà Jack. 
Jack è un avvocato di successo che difende le donne vittime di abusi contro i loro mariti violenti. Egli non perde mai un caso. Jack metterà gli occhi su Grace e la convincerà a sposarlo. Lei non può credere quanto sia fortunata. Ma questa felicità non è destinata a durare.
"Da quand’è entrata nella nostra cerchia di amici, un mese fa, si sarà sentita ripetere mille volte quanto Grace Angel, moglie del brillante avvocato Jack Angel, sia l’esempio perfetto della donna che ha tutto: una casa perfetta, un marito perfetto, una vita perfetta. Fossi in lei, sarei diffidente anch’io."






Raphael scrittore di successo e ragazzo padre ha una relazione con Anna, una ragazza dolce, affascinante, che pare nascondere un segreto: " ...mi sono sentito assalito da un pensiero ossessivo, da una vecchia idea fissa che da qualche tempo mi martellava in testa, e che fino a quel momento ero riuscito a controllare: «Sai, Anna, non dobbiamo avere segreti l’uno per l’altra». 
A tre settimane dal matrimonio in vacanza sulla Costa Azzurra, Raphael insiste per avere dei dettagli sul suo passato. La donna dal suo tablet gli mostrerà una foto e guardandolo in faccia gli dirà "Sono stata io".
"…sbalordito, ho scrutato lo schermo stringendo gli occhi fino a sentirmi stomacato e costretto a distogliere lo sguardo, mentre un brivido mi scuoteva il corpo. Mi tremavano le mani, il sangue mi pulsava nelle tempie. Ero pronto a tutto. Credevo di aver previsto tutto. Ma non avevo mai pensato a quello ".
Raphael fuggirà via dalla stanza inorridito, ma al suo ritorno, dopo venti minuti, Anna sarà scomparsa, frammenti di vetro sono sparsi sul pavimento "Che senso ha pretendere di amare qualcuno se non sei capace di proteggerlo". L'uomo inizierà una spasmodica ricerca aiutato da un suo amico ex poliziotto. Scopriranno parecchie mazzette di banconote e due carte di identità false. Forse Anna non era quella che sembrava. Un episodio apparentemente insignificante darà vita a una reazione a catena che farà deragliare le vite dei personaggi, e quella di molte altre persone, in Francia e negli Stati Uniti. Dice lo scrittore: "il romanzo è interamente costruito intorno alla presenza / assenza della mia eroina. Attraverso i ricordi e flashback, ognuno è alla ricerca di lei, ma nessuno sa chi è veramente."






Anne Enright è una scrittrice irlandese che ha al suo attivo diversi romanzi. La sua scrittura esplora tematiche come i rapporti familiari, fra il difficile passato irlandese e nel suo attuale spirito del tempo. La strada verde è ambientato in una piccola città sulla costa atlantica dell'Irlanda. Una storia familiare di fratture, compassione ed egoismo. Rosaleen è la matriarca della famiglia Madigans ormai prossima alla disgregazione. I suoi quattro figli hanno lasciato il paese per destinazioni diverse fra cui New York e il Mali in Africa. La madre rimasta sola deciderà di vendere la casa, ma i suoi figli torneranno per un ultimo Natale con la sensazione che i ricordi della loro infanzia vengano cancellati, cercando di recuperare i rapporti perduti.





Jay McInerney scrittore americano giunto alla notorietà negli anni '80 con il libro Le mille luci di New York e altri romanzi successivi sulla critica alla società urbana newyorkese, ritorna con La luce dei giorni una storia che fa parte di un trittico iniziato nel 1992 con Si spengono le luci e continuata in Good Life. Ambientata tra il 2006 e il 2008, fra due grandi crisi, sia finanziaria che di mezza età del protagonista, riprende alcuni personaggi precedenti. Molti anni sono passati  ma Corrine e Russell vivono ancora la vita nella città dei loro sogni: una New York vissuta fra feste esclusive, due gemelli, un loft a TriBeCa, e le estati negli Hamptons. Una vita invidiabile, ma ottenuta a quale prezzo? Sullo sfondo di un America in mutazione Russell e Corrine vedranno le loro vite e il loro matrimonio messi alla prova come mai prima.




In questo debutto struggente e frizzante, un vedovo 69 enne si imbarca in un'avventura che cambierà la sua vita. Arthur Pepper vive una vita semplice. Si alza dal letto tutte le mattine alle 07:30 come faceva quando sua moglie, Miriam, era viva. Si veste con gli  stessi pantaloni grigi, la camicia azzurra e il gilet color senape. Rasato e pulito fa colazione sul suo tavolo da sei posti adesso da uno. Dopo lava le stoviglie, toglie le briciole dal ripiano prima col palmo della mano, poi con una salvietta profumata al limone. Dopo di che inizia la sua giornata. 
Ma al primo anniversario della morte della moglie, qualcosa cambia. Mentre sistema i beni di Miriam, Arthur trova un braccialetto d'oro che non ha mai visto prima: la moglie non indossava mai gioielli. Quello che seguirà sarà un odissea sorprendente e indimenticabile che porterà Arthur da Londra a Parigi e in India per scoprire la verità sulla vita segreta della moglie prima del loro incontro, un viaggio che lo porterà a trovare la speranza  e la scoperta di sé nei luoghi più inaspettati.





La casa editrice Marsilio propone uno scrittore cinese famoso nel suo paese Mai Jia in precedenza ha lavorato per i servizi segreti del suo paese e oggi è uno scrittore apprezzato in Cina, presidente dell’associazione nazionale degli scrittori. Il libro viene presentato come una sorta di spy-story orientale, ma Il fatale talento del signor Rong ci racconta alla maniera epica dello strano personaggio immaginario Rong Jinzehn uomo dalla testa grossa, autistico e solitario, genio della matematica. 
La storia inizia nel 19 ° secolo, descrivendo le peripezie della famiglia Rong con dei precedenti di componenti familiari dalle insolite capacità matematiche, per arrivare al piccolo Jinzehn, dopo che la madre morirà dandolo alla luce, accolto da un certo signor Auslander, un anziano straniero amico di famiglia cieco e storpio. Alla morte del signor Auslander, Rong Zilai, un familiare, incuriosito dalla straordinaria capacità del bambino, lo manderà all'università, il suo talento sarà ulteriormente favorito da Jan Liseiwicz, un ebreo polacco professore e genio della matematica, bloccato in Cina dalla seconda guerra mondiale. Lesiewicz spera che Jinzhen si dedichi all' intelligenza artificiale, ma invece il giovane viene reclutato per una unità di crittografia cinese top-secret  cui si troverà a lavorare sui alcuni dei codici più difficili che il nemico abbia prodotto. Liesewicz lo avvertirà che la crittografia può condurre alla follia, ma Rong è ormai intrappolato in un sistema che lo obbligherà a sfide disumane.




Qualcuno dal titolo ricorderà il famoso film di Alfred Hitchcock del 1958, questo era stato tratto da un romanzo degli scrittori francesi Boileau-Narcejac, autori di gialli come  I diabolici,  altro romanzo trasformato in film pubblicato da Adelphi.
Nella storia un ex poliziotto, Flaviéres, soffre di vertigini dopo aver visto morire un collega. Ingaggiato da un amico dovrà sorvegliare sua moglie che è convinta di essere la reincarnazione di una donna morta qualche secolo prima. Come c’è da aspettarsi l’ex poliziotto si innamorerà della bella donna che tenterà poi di suicidarsi. Ma la seconda volta Flaviers non riuscirà a salvarla. Diverso dal film il romanzo ha un finale intrigante, e l’abilità  degli scrittori è sempre stata quella di ingannare il lettore con false piste per raggiungere alla conclusione fra seduzione e inganni.
Vedi la scheda bibliografica su  Archivi di Uruk


Vedi altri  libri novità  precedenti






Scopri altri libri da leggere


4 commenti :

  1. Il fatale talento del signor Rong già acquistato, mi son lasciata catturare dalla cover.
    I thriller non sono il mio genere preferito ma ogni tanto a qualcuno do la possibilità di essere letto e la donna perfetta vorrei che fosse tra questi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non escluderei il classico La donna che visse due volte, gli scrittori francesi sanno come dosare la suspense.

      Elimina
  2. Splendida panoramica e grazie per la citazione urukiana ;-)
    Musso sembra molto legato al tema delle ragazze "finte" o comunque più letterarie di quanto dovrebbero, studiando quindi il rapporto tra l'autore e la sua creatura. Il suo "La ragazza di carta" anticipa i temi del bellissimo piccolo film "Ruby Sparks" e le sue atmosfere non mi sembrano molto distanti da questo titolo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando posso vado a pescare nelle schede del tuo Uruk. Non conoscevo questo film, grazie di averlo citato ;)

      Elimina

  

 

L’estate raccontata da quattro scrittori

da Truman Capote a Hermann Hesse

 

Vai all’articolo