I

20 mag 2014

 

10 Libri di fantascienza. Quando la fantasia nei romanzi diventa realtà

Nella fantascienza molti scrittori con la loro fantasia cercano di prevedere un futuro composto di vari macchinari, idee e cose che cambino la vita dell'uomo. Quando queste invenzioni furono descritte nei romanzi nel passato qualcuno poteva pensare che l'autore fosse un folle. Se per alcune invenzioni però sono passati secoli prima di vederle attuate, per altre, scorrendo la lista dei libri cronologicamente, sono trascorsi pochi anni per averle alla portata di tutti. Il divario fra fantasia e realtà si accorcia sempre di più. 

Gulliver Exhibited-Richard Redgrave

Nei Viaggi di Gulliver (1735) di Jonathan Swift si fa cenno a due lune di Marte  "Inoltre hanno scoperto due astri minori, o satelliti, che girano intorno a Marte, dei quali il più vicino dista dal pianeta tre volte il suo diametro, l'altro cinque volte, ed entrambi gli ruotano intorno con i rispettivi tempi di rivoluzione di dieci e di ventuno ore e mezzo, sicché il quadrato dei loro tempi periodici sta in proporzione molto approssimata al cubo delle distanze dal centro di Marte. Ciò dimostra con chiara evidenza che sono governati dalla stessa legge di gravitazione che sostiene tutti gli altri corpi celesti" che vennero scoperte poi nel 1877 da Asaph Hall.


Dalla Terra alla Luna - Verne
Dalla Terra alla Luna 

Dalla Terra alla Luna (1865) di Jules Verne descrive dei moduli lunari lanciati dalla Florida con il rientro in mare su delle capsule e anche di vele solari per creare energia. Verne avrebbe previsto non soltanto la nazione in cui sarebbe avvenuto il lancio, ma anche il mese, dicembre, e il numero degli uomini a bordo, tre; il sistema del rientro a Terra, con l’ammaraggio nell’Oceano Pacifico. Il proiettile di Barbicane e la navicella spaziale dell’Apollo 8 risultano dello stesso peso. Cape Kennedy, in Florida, da dove i missili americani sono partiti per la conquista della Luna, dista poco più di cento chilometri dal luogo immaginato da Verne. Il primo uomo sulla Luna e le capsule con equipaggio saranno lanciate nel 1969, mentre la prima sonda a vele solari IKAROS sarà messa nello spazio nel 2010.

Per un sottomarino con una strana propulsione del capitano Nemo descritto nel libro di Jules Verne Ventimila leghe sotto i mari (1870) occorre aspettare gli anni '50 per vederne uno a propulsione nucleare.

Sensori per porte scorrevoli automatiche vengono citati ne Il risveglio del dormiente (1899) di H.G.Wells ma saranno inventate negli anni '50, sempre di Wells è l'idea della bomba atomica ne La liberazione del mondo (1914) e come ricordiamo questa fu usata tragicamente nel 1945.


Nel Il mondo nuovo di Aldos Huxley (1932) vengono pianificati una serie di cambiamenti genetici sul DNA che saranno in opera non prima del 1973 quando il primo organismo OGM fu un batterio e successivamente un topolino.


immagine dal film 1984
Immagine dal film 1984 di M. Radford

Lo stato onnipotente nel 1984 di George Orwell (1949) in grado di monitorare i cittadini sembra molto affine alla nostra realtà e legato al controllo dei dati delle masse e di tutte le istituzioni mondiali, ma chi controlla il controllore ? 


Ray Bradbury in Fahrenheit 451 (1953) parla di microcuffie conchiglia, gli odierni auricolari presenti dal 2001 in commercio. E nelle orecchie le minuscole conchiglie, i due tubetti radioriceventi inseriti bene addentro, e un oceano elettronico di suoni, di musica e di parole, di musica e parole, che veniva, veniva a battere sulla spiaggia della sua mente insonne.


Nel distopico Tutti a Zanzibar (1968) di John Brunner si fa cenno alla TV on-demand che è storia recente "Tutti i corrispondenti dell'EngRelé SatelServ avevano in dotazione un communikit, che in una scatola di venti centimetri conteneva una completa unità di comunicazioni, progettata e costruita appositamente per loro dal reparto elettronica della GT. Era un registratore instreplay e, insieme, una minimul-TV adattabile su tutte le correnti e per tutte le lunghezze d'onda usate nel mondo." Poi le stampanti laser ideate nel 1976 "Nessun processo di stampa, nemmeno la luminografia che, priva di componenti mobili, iscrive le parole con un raggio laser in miniatura su carta fotosensibile, poteva uguagliare i processi mentali di Shalmaneser, misurabili in nanosecondi." e infine le auto elettriche.


In Guida galattica per autostoppisti (1980) di Douglas Adams c'è il traduttore linguistico universale per comunicare con le varie specie aliene, come le odierne applicazioni su cellulari.


Neuromante  (1984) di William Gibson ci parla di un mondo attraversato da autostrade informatiche e attacchi hacker ancora prima che nascesse internet nel 1990 "L'ice della Tessier-Ashpool crollò sotto l'attacco in profondità portato dal programma cinese, un'inquietante impressione di solida fluidità, come se i frammenti d'uno specchio infranto si stessero piegando e allungando mentre cadevano..."


Questi sono solo alcuni titoli di romanzi che si sono avvicinati alla realtà, magari altri congegni descritti in altri libri verranno alla luce negli anni a venire, chissà, la fantasia dell' uomo è imprevedibile.

I libri citati 


I viaggi di Gulliver di J. Swift
Dalla Terra alla Luna e Ventimila leghe sotto i mari di J.Verne
Il risveglio del dormiente e La liberazione del mondo di H.G. Wells 
Il mondo nuovo di A. Huxley
1984 di G.Orwell
Fahrenheit 451 di R. Bradbury
Tutti a Zanzibar di John Brunner
Guida galattica per gli autostoppisti di D. Adams
Neuromante di W. Gibson




Scopri altri libri da leggere


2 commenti :

  1. D'istinto mi torna alla memoria la catastrofe esplosiva immaginata da Zeno nel romanzo di Svevo, da molti letto, a posteriori, come la prefigurazione della barbarie distruttiva della bomba atomica...

    RispondiElimina
  2. In effetti sembra davvero abbia precorso i tempi di quasi venti anni quando appunto dice ''...un uomo ...nel segreto di una stanza di questo mondo inventerà un esplosivo incomparabile in confronto al quale gli esplosivi esistenti saranno considerati innocui giocattoli...

    RispondiElimina

CURARSI CON I LIBRI
Rimedi letterari per ogni malanno

Si può guarire con i libri?  E' quello che ci propongono Ella Berthoud e Susan Elderkin in Curarsi con i libri (Sellerio).